Il comfort della tua casa dipende anche dallo stato del tetto!

In più di un’occasione abbiamo parlato della funzione del tetto e dei motivi per i quali questa parte della casa assume grande importanza. E’ bene, quindi, che sia sempre ben tenuto, così da svolgere le “mansioni” che gli sono proprie nella maniera migliore. Ma cosa fare se ci si accorge che qualcosa non va? Come capire qual è il problema e il conseguente modo di intervenire?

Per una casa sicura è importante controllare che il tetto sia sempre in ottimo stato; occorre cioè effettuare periodicamente dei lavori di manutenzione per scongiurare infiltrazioni ed altri spiacevoli danni soprattutto con l’arrivo del brutto tempo.

Spesso la situazione si risolve intervenendo con piccole operazioni che riguardano la sostituzione di tegole ammalorate o il riposizionamento di quelle che si sono spostate. Altre volte, invece, il problema può essere più serio ed è necessario programmare il rifacimento dell’intera copertura. È un intervento che, oltre ad evitare l’aggravarsi di una situazione già compromessa, può diventare l’occasione per migliorare il comfort della tua abitazione e la qualità di vita della tua famiglia.

Quando-rifare-tetto-casa-Bologna-Ferrara

La manutenzione.

Il tipo di manutenzione da effettuare dipende dal tipo di materiale usato e dalla forma costruttiva del tetto. In particolare, se il tetto di casa tua è realizzato in tegole bisognerebbe cercare di eseguire ogni anno una manutenzione ordinaria, controllando tegole e altri elementi della copertura, e provvedendo alla pulizia da foglie e detriti che si sono accumulati nelle grondaie e nei canali di scolo. Dopo temporali di una certa intensità va fatta un’ispezione generale per controllare che la struttura abbia tenuto e che le tegole non si siano state spostate per l’azione violenta del vento. Ogni cinque anni si dovrebbe poi provvedere ad un intervento più cospicuo riparando e sostituendo le tegole rotte e le altre parti danneggiate: i punti che vanno maggiormente controllati, soprattutto dopo eventi climatici intensi, sono i camini, le parti terminali delle falde e il colmo del tetto.

Quanto dovrebbe durare una buona copertura?

In generale un tetto dovrebbe durare intorno ai dieci anni; avrà però una durata maggiore se è stato realizzato con materiali di qualità. Affinché duri nel tempo è importante ricordarsi di eseguire le manutenzioni ordinarie, così da evitare probabili filtrazioni d’acqua in casa. È opportuno controllare periodicamente comignoli, muretti, abbaini, ecc. e pulire i canaloni di gronda, le gronde e i pluviali per lo smaltimento dell’acqua piovana. Molto, comunque, dipende anche dalla qualità della posa in opera.

I segnali di un tetto “dolorante”.

Quand’è che, osservando il tuo tetto, devi iniziare a preoccuparti? Ecco un piccolo elenco di segnali che dovrebbero indurti ad agire:

  • ti accorgi di infiltrazioni d’acqua dal soffitto,
  • noti macchie di muffa e condensa nel sottotetto,
  • provi una sensazione di caldo opprimente in mansarda nel periodo primaverile e soprattutto estivo, che ti costringe a permanere solo con l’ausilio di apparecchi per il condizionamento dell’aria,
  • devi intervenire con operazioni di manutenzione frequente perché gli elementi in copertura si rompono, si sfaldano e si spostano.
costo-manutenzione-Bologna

Perché e quando rifare il tetto?

Il rifacimento del tetto è un’operazione che il più delle volte capita una sola volta nella vita. È un’azione la cui riuscita farà vivere tutti tranquilli per molto tempo. Proprio per questo bisogna dedicarvi tutta l’attenzione che merita, per trasformare una necessità nell’opportunità di rendere la tua casa ancora più bella e confortevole. Oggi più che mai, questo tipo di intervento è una scelta non solo funzionale ed estetica, ma che riguarda anche sprechi, dispersioni e bollette, spesso molto salate a causa di una copertura non efficiente.

La ristrutturazione completa del tetto andrebbe effettuata in un lasso di tempo più esteso compreso tra i dieci e i quarant’anni, in relazione al tipo di danni subiti nel corso del tempo. La revisione generale dipende anche dalla posizione dell’abitazione: edifici che si trovano in località poste ad elevate altitudini sono maggiormente soggetti a intemperie, come ghiaccio e neve, elementi che incidono molto sulla buona tenuta del tetto. Se poi nella copertura sono presenti travi di legno va effettuato un trattamento specifico annuale su queste strutture; mentre se ci sono travi in metallo occorre rinnovarne la pittura anticorrosiva ogni tre anni. Comunque, al di là delle indicazioni generali è buona norma, dopo ogni inverno e anche dopo ogni temporale violento, effettuare un controllo e una pulizia generali.

rifacimento-tetto-Ferrara

Qual è il periodo migliore per rifare il tetto?

Naturalmente, la primavera e l’estate, quando perdurano condizioni stabili di bel tempo. È anche vero che il clima è cambiato molto negli ultimi anni, regalandoci situazioni favorevoli anche negli altri periodi dell’anno. Questo ha consentito interventi di rifacimento totale anche in autunno e in inverno.

costo-rifacimento-copertura-Bologna

Ad ogni modo, è consigliabile in qualsiasi situazione affidarsi ad un esperto del settore che valuterà nella maniera adeguata il modo di intervenire e i materiali da utilizzare. Se cerchi un’azienda che si occupi di manutenzione e rifacimento tetti e coperture tra i comuni di Bologna e Ferrara, puoi rivolgerti a noi di Tonelli Ecology. Tra i nostri servizi anche la bonifica amianto, impermeabilizzazioni, installazione linee vita, realizzazione e manutenzione lattoneria. Contattaci per conoscere il costo di ogni servizio o per richiedere dei preventivi, oppure visita il nostro sito!

rifare-tetto-casa-Ferrara