Foglie e detriti nelle grondaie: come agire?

La pulizia grondaie e pluviali è un lavoro fondamentale per evitare i problemi causati dai depositi di foglie e detriti. Le ostruzioni possono provocare il ristagno dell’acqua piovana, quindi favorire il cedimento dei gocciolatoi oltre la formazione di muffe, danni sulle facciate e infiltrazioni d’acqua all’interno della casa.

Compiere la sola pulizia di grondaie e di pluviali non è però sufficiente a prevenire il problema delle foglie e dei detriti, vediamo allora 5 consigli per affrontare in modo efficace le fastidiose ostruzioni.

1.La pulizia di grondaie e pluviali è un lavoro da fare periodicamente.
La manutenzione di grondaie e pluviali dovrebbe essere compiuta almeno una volta l’anno. Se la pulizia dei canali di scolo delle acque piovane è effettuata con regolarità, la loro funzionalità sarà sicuramente assicurata, eliminando il rischio di accumuli di foglie e detriti vari ed evitando le problematiche relative al ristagno di acqua. È consigliabile il controllo delle grondaie, dei canali di scolo e di smaltimento dell’acqua piovana nei mesi estivi così da mantenere libere e funzionanti le grondaie prima che arrivi l’autunno e le piogge abbiano inizio.

2.Per pulire grondaie e pluviali è più sicuro rivolgersi a dei professionisti.
Per la pulizia di gronde e pluviali puoi intervenire con metodi fai da te, assicurandoti di lavorare in totale sicurezza, oppure puoi decidere di affidarti ad aziende specializzate nel settore, come la nostra. Da sottolineare che l’operazione viene effettuata ad altezze elevate perciò è opportuno prendere tutte le precauzioni del caso al fine di evitare incidenti o cadute pericolose. Rivolgersi a dei professionisti del settore è certamente più vantaggioso dal punto di vista della sicurezza, inoltre non sempre l’intervento professionale è costoso.

pulizia-foglie-grondaie-e-pluviali-modena-bologna

3.Usare attrezzatura idonea per pulire grondaie e pluviali.
Se per pulire grondaie e pluviali vuoi optare per il fai da te , come prima cosa, per evitare ferite, dovrai proteggere le mani indossando guanti da lavoro, dopodiché potrai iniziare a togliere terra, rami e foglie con le mani o aiutandoti con una scopa o con un rastrello. Una volta liberate le grondaie, procedi con una pulizia più profonda per rimuovere eventuali detriti depositati sul fondo, come il muschio, che è facilmente eliminabile utilizzando una spazzola.

4.Applicare una rete per evitare i depositi di foglie e detriti.
Per evitare che le foglie ristagnino per mesi nei canali di scolo è utile, dopo avere pulito grondaie e pluviali, proteggere tali elementi con filtri o reti. La copertura delle gronde può essere formata da una rete plastificata, piuttosto fine, venduta generalmente al metro, che serve a non fare entrare nel canale elementi esterni. I materiali di cui sono fatte le reti di protezione per grondaie resistono agli agenti atmosferici, a temperature calde e fredde e sono infrangibili e flessibili. Queste reti protettive sono state ideate appositamente per non rompersi anche se caricate dall’eventuale peso della neve o del ghiaccio.

manutenzione-grondaie-modena

5.Procedere immediatamente con riparazioni o sostituzioni degli elementi danneggiati.

Se durante il controllo e la pulizia delle grondaie e pluviali risultassero danneggiati o forati alcuni elementi, è consigliabile non rimandare eventuali riparazioni o sostituzioni, perché potrebbero verificarsi delle perdite d’acqua con conseguenze su cornicioni e facciate.

La ditta Tonelli Ecology, oltre che della pulizia, si occupa anche di riparazione e sostituzione di grondaie e pluviali. Se vuoi avere altre informazioni, o richiedere un preventivo, contattaci subito! Operiamo attivamente tra le province di Modena e Bologna!

riparazione-pluviali-bologna