1001 modi per risparmiare energia elettrica in casa.

Il risparmio energetico è un tema molto concreto che riguarda tutti noi, di cui abbiamo parlato diverse volte in ambito di realizzazione o ristrutturazione del tetto della propria casa. Il risparmio energetico, però, non riguarda solo la copertura degli edifici, ci sono tanti altri piccoli accorgimenti per risparmiare energia: ecco i nostri suggerimenti per abbattere i costi in bolletta, usufruire dell’ecobonus e avere minore impatto sull’ambiente.

Come-risparmiare-energia-elettrica-in-casa

Partiamo dall’ABC…

Il risparmio energetico, che include comportamenti virtuosi di limitazione dello spreco e di efficienza, è legato alle azioni finalizzate a limitare il consumo energetico.

Esse sono diventate un obiettivo importante, in particolare dopo che si è preso coscienza di alcuni fattori:

  • l’esaurimento delle risorse per produrre energia, in particolare dei combustibili fossili.
  • il riscaldamento globale derivato dalle emissioni di gas, legato all’elevato consumo di idrocarburi.

 

Quanta energia consumiamo?

Il problema a monte è: sappiamo davvero quanta energia consumiamo? Senza un dispositivo di monitoraggio dell’energia, è veramente difficile capirlo. Un’ottima idea è di procurarsene uno: ci sono molte soluzioni di domotica in grado di dirvi quanti kW state consumando. Potete anche fare un audit energetico. Bisogna essere consapevoli dei consumi energetici di casa per poter intervenire sugli spechi.

risparmio-energetico-casa

In primis, l’isolamento.

Per individuare dove ci sono perdite di calore in casa, e procedere, eventualmente, con un isolamento, potete fare una termografia, che permette di capire quale sia il reale stato di isolamento e dispersione termica della vostra abitazione. In tema di dispersione del calore, è importante controllare sempre lo stato degli infissi e dei muri:

  • Isolate tutte le perdite della casa. Anche se non vi sembra così, ci sono migliaia di posti, fessure, spifferi dalle finestre da cui il calore ‘scappa via’.
  • Finestre a doppio/triplo vetro. Vetri e porte rappresentano le principali ‘vie di fuga’ del calore accumulato in casa. Sono il miglior investimento, sia per la protezione dal freddo che dal caldo, e per i rumori esterni. Ma se avete una casa ‘vecchiotta’, allora il consiglio è quello di sigillare il più possibile, anche nelle zone intorno al vetro.
  • Riscaldamento efficiente. Valutate le soluzioni più idonee per abbassare i costi legati al riscaldamento. A differenza di quella centralizzata, la caldaia privata è la soluzione migliore per tenere sotto controllo i consumi del gas, adattandoli alle proprie esigenze. In caso l’impianto di riscaldamento condominiale sia centralizzato, esplorate forme di riscaldamento risparmiose come il teleriscaldamento, oppure l’adozione di valvole ‘conta-calorie’ che permette di pagare i consumi reali. Considerate anche di sostituire i vecchi impianti con dei nuovi più efficienti, grazie all’ecobonus al 65% per interventi di risparmio energetico, vi potrebbe convenire.
  • Termostato intelligente. Installatene un termostato di ultima generazione, anche nel caso di riscaldamento centralizzato potrà gestire l’accensione e lo spegnimento del sistema di riscaldamento in casa, evitando gli sprechi, in particolare quando non siete in casa.

Queste sono solo alcune delle dritte da seguire per capire come risparmiare energie elettrica nella propria casa: rivolgetevi a noi per conoscerne altre!

risparmiare-energia-tetto